La mia esperienze nel settore marmo vetro inizia con INTERMAC circa a metà degli anni ’90. L’ azienda aveva esperienza nelle macchine di lavorazione del vetro e pietra, principalmente pantografi con utensili tipo mole o lame circolari.

Il mio intendimento era quella di entrare nel settore del taglio del vetro, settore molto agguerrito, con concorrenti di dimensioni ed esperienze notevoli sia italiani che stranieri.

Vicissitudini varie hanno fatto sì che entrassi nel progetto, per me una grande opportunità, avere un foglio biamco, progettando quello che doveva essere il capostipite dei banchi da taglio.

La missione era di portare in fiera a Dusseldorf due banchi il nome era FOX, uno per taglio rettilineo denominato STRAIGHT è un altro per taglio sagomato detto SHAPE, nella taglia 6100 cosiddetta Jumbo.

Il tutto in 9 mesi circa, ma ovviamente si voleva entrare dando qualcosa in più della concorrenza per cui si decise di offrire un importante miglioria, ovvero il cambio automatico utensile. Mancando in azienda il know-how del prodotto le cose erano più difficili ma anche più stimolanti

Ora INTERMAC ė fra i protagonisti del settore per cui direi che è stato un seme che ha dato i suoi frutti.